È facile immaginare quanti, in queste ore, stiano facendo pressioni per la sostituzione del candidato democraticoÈ facile immaginare quanti, in queste ore, stiano facendo pressioni per la sostituzione del candidato democratico

Aggiungiamo una domanda ancora più inquietante: chi ha governato l’America negli ultimi quattro anni?
Secondo tabloid statunitensi piuttosto ficcanaso, alla Casa Bianca si sarebbero insediati da anni, sei sette personaggi estremamente influenti. secondo questi organi di stampa, diciamo così alternativi, intorno al tavolo dove si prendono le decisioni, ci sarebbero tre uomini legati a doppio filo con Anthony Blinken, Segretario di Stato.
Sempre presenti nelle riunioni importanti, i rappresentanti delle due principali agenzie, l’FBI e la CIA. Tra chi comanda, inevitabilmente, un autorevole senatore democratico.
Due annotazioni, pubblicate dalla stampa più “ficchetta“ piuttosto interessanti: da un lato qualche volta, accanto al Presidente, si sarebbe accomodato un suo congiunto (la moglie, la dottoressa Jill?). La seconda osservazione : non sarebbe mai stata convocata in queste riunioni di altissimo livello, Kamala Harris.
Ci sarebbe una spiegazione. La vicepresidente di fatto rappresenta Wall Street. Mettere al corrente, in tempo reale, chi opera nel recinto delle grida, su ogni importante decisione, potrebbe generare sconvolgimenti molto rischiosi nelle Borse e sui mercati.
Dunque, se così fosse, questi sette uomini d’oro avrebbero deciso di spendere per l’Ucraina più di 500 miliardi di dollari? Solo per fare un dispetto a Vladimir Putin?
Esageratamente ingenuo sostenerlo. La macchina della guerra muove con sé una miriade di interessi ed altre attività industriali e commerciali. Non solo le armi, si spendono fiumi di danaro per esigenze correlate. Dietro ciascuna di esse, milioni di posti di lavoro, un esercito di imprenditori che sostengono i partiti politici. Perché interrompere una ballata tanto divertente? Perché cospargere di sapone l’albero della cuccagna? Perché negare il piacere alla moglie di Zelens’kyj di comprare una fiammante Bugatti turbillon che costa 4 milioni e mezzo di euro?
L’opus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *