2 mins read

Bari troppo brutto per essere vero: al San Nicola vince la Ternana con merito (1-3)

Il Bari esce con una pesante sconfitta nel big match dell’undicesima giornata contro la Ternana che, consolida il primato, dimostrando, in questo momento del campionato, di esser più forte della propria rivale, al termine di un match che ha portato gli umbri alla settima vittoria consecutiva.

Le formazioni:

Dopo la roboante vittoria di Potenza nel turno infrasettimanale, ecco il big match dell’undicesima giornata tra Bari e Ternana. In panchina c’è ancora il vice di Auteri, Loreno Cassia, che schiera i suoi con il 3-4-1-2 con Marras alle spalle del bomber Antenucci e Simeri, alla prima stagionale da titolare dopo il gol in terra lucana. Rientra il capitano, Di Cesare, in difesa con Celiento e Perrotta. Dall’altra parte Lucarelli opta per una Ternana molto offensiva schierando contemporaneamente Falletti con i tre ex Vantaggiato, Furlan e Partipilo.

La partita:

Partita sentita e combattuta con le due squadre che non si risparmiano su ogni pallone; al 20’, alla prima occasione, gli ospiti passano in vantaggio con Partipilo, che, servito da Falletti con un intelligente passaggio rasoterra filtrante, batte di piatto all’angolo Frattali. Gli umbri mettono in difficoltà i padroni di casa, su punizione Mammarella colpisce l’incrocio, poi al 42’ il Bari pareggia con un azione spettacolare: Marras illumina con un lancio millimetrico, D’Orazio va sul fondo e pennella un cross su cui arriva Ciofani che, di piatto, insacca. Bari galvanizzato,,De Risio vince un contrasto a centrocampo e dal limite dell’area scarica un tiro che impegna severamente Iannarilli. Non c’è recupero, termina 1-1 un primo tempo molto bello che conferma la qualità di ambo le rose, non di certo di terza categoria. Inizia la ripresa con una doccia gelata per i “galletti”: clamoroso errore tra Frattali e Perrotta, Partipilo raccoglie e fa doppietta. Bari costretto nuovamente a rincorrere; al 52’ gran tiro dai venticinque metri di D’Orazio che chiama il numero uno umbro alla respinta in corner. Al 54’ entra Montalto per Simeri ma dieci minuti più tardi Antenucci si divora la palla del pareggio, solo all’altezza del dischetto di rigore calciando, clamorosamente, alto. Al 67’ il Bari rimane in dieci, doppio giallo per Perrotta, partita da dimenticare, che raggiunge anzitempo gli spogliatoi. Montalto, ha sulla testa una buona palla gol ma il tuffo dell’attaccante non trova la porta. I biancorossi perdono fiducia, nel finale, in contropiede, gli ospiti la chiudono definitivamente con Furlan. Al San Nicola finisce, così, 1-3. Sconfitta pesante per gli uomini di Auteri nello scontro diretto; Domenica prossima trasferta a Caserta contro la Casertana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *