2 mins read

G 20 flop, clamorosamente inutile

TV e giornali di regime probabilmente sosterranno tutt’altro. Ecco le osservazioni di chi non sente alcuna necessità di allinearsi.
1 Evento di questo livello al quale di fatto non partecipano la più ricca economia del pianeta ed il più importante stato fornitore di energia fossile, comincia al suono delle campane a morto.
2 Si dirà: chiuso l’accordo sui dazi tra Europa e Stati Uniti per acciaio e alluminio. Sì, il dossier era pronto da tempo, l’avevano preparato Ursula e Biden, a Roma solo la presentazione ufficiale.
3 Minimum tax al 15% per le big del web. Anche in questo caso l’OCSE aveva già fatto tutto da tempo.
4 Clima, un pianto greco, questo lo ammettono tutti. L’obiettivo di contenere la temperatura sul pianeta entro 1,5° c’era da tempo, solo una conferma.100 miliardi ai paesi più poveri. Tanti erano e tanti sono rimasti. Emissioni CO2 azzerate nel 2050? Una pia illusione, non l’ha firmata nessuno questa condizione. Draghi bleffando un po’ ha girato la frittata dicendo intorno alla metà del secolo. Cina, India, Russia, Arabia, Australia e altri hanno detto non scherziamo! Ne parleremo dopo il 2060 se sarà possibile.
5 L’impegno a vaccinare il 70% dei terrestri entro il 2022? Col cavolo hanno risposto Russia e Cina: senza lo Sputnik ed il Sinovack accettati alla pari dei vaccini di big Farma, questo obiettivo non potrete mai raggiungerlo.
6 Veniamo al multilateralismo firmato Mario Draghi. Tutti gli accordi più importanti sono stati siglati grazie ai confronti bilaterali. Quando qualcuno ha pensato di mettere il naso nella vicenda Cina Taiwan, americani e cinesi sono intervenuti con stizza: “fatevi gli affari vostri!”. Tutt’al più verranno chiamati ad arbitrare i componenti permanenti del consiglio di sicurezza, a cui l’Italia non appartiene.
7 L’organizzazione invece ha funzionato. Soprattutto grazie al fatto che il G 20 si è tenuto nel più maestoso set del Pianeta, “la grande bellezza di Roma” caput mundi.
L’opus Pro Vax No Pass

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *