3 mins read

La Lazio torna a vincere e sorridere (2-1)

#mediatv #mediasud #mgradio

Caiceido ed Immobile stendono la Fiorentina all’Olimpico

Un goal per tempo, prima Caicedo poi Immobile, permettono ai biancocelesti di ottenere tre punti importanti in chiave europea. Tardiva, invece, la reazione dei “viola” che riaprono la partita solo nel finale con Vlahovic dagli undici metri. Biancocelesti ottavi a quota 25 punti, a tre lunghezze dal Napoli impegnato nel posticipo delle 18 in casa contro lo Spezia.

Le formazioni:

Su sponda capitolina, mister Inzaghi conferma per 7/11 la formazione di partenza reduce dall’1-1 di Domenica scorsa nella trasferta di Marassi contro il Genoa; uniche varianti Strakosha, L. Felipe, W. Hoedt ed Escalante in luogo di Reina, Radu, Patric e L. Leiva.

Nella Fiorentina, invece, mister Prandelli opta per un mini turn-over con L.Martinez, C.Biraghi e G.Bonaventura al posto di N.Milinkovic, M.Caceres e B.Valero.

La partita:

Buon avvio di marca viola, ma è la formazione di casa a passare al 5′ al primo vero affondo: Acerbi scende sulla fascia, sponda di Lazzari e destro al volo di Caicedo che non lascia scampo a Dragowisky.

All’8′ Lazio vicinissima al raddoppio: traversone di L.Felipe, Dragowsky esce a vuoto e Marusic scheggia il palo esterno alla destra del portiere viola.

Cinque minuti più tardi, sono ancora i padroni di casa ad andare vicini al goal con Milinkovic-Savic, la cui conclusione dal limite dell’area di rigore, termina di poco alta sopra la traversa.

La prima chance ospite arriva al 21′ con Castrovilli il cui colpo di tacco, su cross di Biraghi, viene neutralizzato da Strakosha.

Al 28′ altro affondo dei toscani con Vlahovic, la cui conclusione dal limite dell’area di rigore, viene deviata dal numero uno laziale in calcio d’angolo.

L’ultimo quarto d’ora è caratterizzato da continui ribaltamenti su ambodue i fronti, ma senza particolari sussulti.

Da segnalare la rete annullata dal VAR ad Immobile per posizione di fuorigioco (25′)e l’infortunuio di F.Ribery al 36′ sostituito da Eysseric.

La ripresa si apre con il doppio cambio su sponda biancoceleste: Akpa-Akpro per F.Caicedo (45′) e Gabarron per Luis Felipe (58′), mentre per gli ospiti Callejon in campo per Venuti (60′).

Poco da segnalare nel primo quarto d’ora, caratterizzato da ritmi più blandi.

La prima vera palla gol arriva al 68′: retropassaggio folle di Patric, Vlahovic è in anticipo su Strakosha che si salva con i piedi.

Cinque minuti più tardi Prandelli si gioca il tutto per tutto, facendo entrare Kouame per Bonaventura e Lirola al posto di L. Martinez.

Al 75’ la Lazio trova il raddoppio ed ipoteca il match; calcio d’angolo dalla sinistra, la palla sfila sul secondo palo e Immobile scarica di potenza alle spalle di Dragowsky.

Due minuti più tardi Inzaghi sostituisce G.Escalante e M.Lazzari per Cataldi e Radu.

Al 78′ Fiorentina vicinissima al gol che può riaprire la gara: traversone di Biraghi, sinistro di Castrovilli e salvataggio sulla linea di porta di Milinkovic-Savic a Strakosha battuto.

All’86’ Immobile sfiora tris con un tiro viene neutralizzato da Dragowsky.

Nel finale forcing degli ospiti che accorciano con Vlahovic ( rigore per fallo subito da quest’ultimo da Hoedt su cross di Callejon)

ed in pieno recupero sfiorano il clamoroso pareggio.

Finisce qui, all’Olimpico il finale è Lazio-Fiorentina 2-1

La Redazione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *