1 min read

Pandemia

 

Pandemia, Pandemia

Niente più allegria

La più forte fregatura che ci sia

 

Mascherina mascherina

Sempre si abbina

Sera e mattina

 

Il covid allontani

Se ti lavi le mani

E ripeti anche domani

 

Un metro lontano stai

Se non vuoi guai

Ma dura da tempo assai

 

Son saltati i rapporti

E cambiate le sorti

Siate più forti

 

Se stai al mio cospetto

Con dispiacere lo ammetto

Ti guardo con sospetto

 

Se hai la tosse

O le guance rosse

Controllo le tue mosse

 

Come siamo finiti

Tutti gli amici spariti

Non sono più graditi

 

Da ignaro cittadino

All’ospedale mi avvicino

Sperando avere il vaccino

 

Prima la temperatura

Poi con disinvoltura

Sbagliano la dosatura

 

Ve ne siete accorti

Al dì centinaia di morti

Senza avere conforti

 

Poveretti gli anziani

Non teneteli lontani

Sono esseri umani

 

Oh libertà ho voglia di riaverti

Voglia di nuovo goderti

Dopo questi tempi incerti

 

18 gennaio 2021                                                                    Giuseppe Femiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *