2 mins read

Che Bari! Poker in 45’ minuti all’Avellino. È 4-1 al San Nicola

Nell’ultima casalinga del 2020, purtroppo ancora orfano dei suoi tifosi, il Bari vince e convince battendo l’Avellino con un perentorio 4-1 costruito nella prima frazione.
La Ternana, interrompe il suo filotto di vittorie consecutive pareggiando 2-2 contro la Turris. Pugliesi, dunque, a -7 dagli umbri ma con la possibilità di accorciare mercoledì a Palermo, visto che la squadra di Lucarelli non scenderà in campo in quanto deve osservare il proprio turno di riposo.

Le formazioni: 

Nell’ultima partita al San Nicola del 2020, mister Auteri da un chiaro messaggio su quella che sono le sue scelte.
L’undici titolare del mister, complici le numerose defezioni tra squalifiche ed infortuni, vede Ciofani difensore centrale con Celiento e Di Cesare, Lollo a centrocampo con Maita, tridente con Antenucci, Marras e D’Ursi.

Sul fronte campano, l’ex Maniero parte dalla panchina con Fella, ex Monopoli, titolare in coppia con Santaniello.

La partita:

Avvio di partita con gli irpini spavaldi ma i biancorossi colpiscono con un terribile uno-due. Al 14’ Marras, su suggerimento di Lollo, supera Forte con uno scavetto.
Tre minuti più tardi, cross di Marras dalla destra, Celiento anticipa Silvestri, impacciato nell’occasione, e colpisce per il 2-0 dei biancorossi.

Partita in discesa per i padroni di casa, bravi a continuare a fare gioco e trovare, complice gli ampi spazi della difesa campana, il calcio di rigore per l’atterramento subito da Marras (24’).
Dagli undici metri, a distanza di sette giorni, si ripresenta Antenucci dopo l’errore con la Vibonese.
Il numero sette è freddo e realizza il 3-0.

Padroni di casa che calano, addirittura, il poker al 41’ con Antenucci che, così, realizza la sua personale doppietta ed ottavo centro in campionato.

La ripresa inizia con tre cambi per i pugliesi, in ottica Palermo di Mercoledì e con il largo risultato acquisito.
Entrano Perrotta, Simeri è Candellone per Di Cesare, Marras ed Antenucci.

“Galletti” vicinissimi alla quinta rete in avvio di secondo tempo; su azione di corner, zampata a “botta sicura” di D’Ursi che colpisce in pieno la traversa.
La seconda frazione vola via senza particolari sussulti fino al 92’ quando gli ospiti trovano il gol della “bandiera” con Bernardotto, che raccoglie la respinta di Frattali su tiro cross di Ciancio.

Finisce, così; il Bari cala il poker ed il quinto risultato utile consecutivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *