3 mins read

Harakiri Bisceglie, solo un pari al “Liguori”.

Il Bisceglie, in vantaggio di due reti al 78’, si fa acciuffare dalla Turris e getta alle ortiche una vittoria che, sembrava ad un passo. Pugliesi a quota 17 punti in coabitazione con il Potenza, “corallini” a quota 28

Le formazioni:

Nella fila dei biancorossi mister Fabiano opta per il consueto 3-5-2 con la conferma per 6/11 dell’undici di base reduce dalla sconfitta ,nel turno infrasettimanale, contro la Viterbese; le eccezioni sono Loreto, Di Nunzio, Lorenzini, Giannone e Ventola in luogo di Lame, Esempio, Loseto, Persano e Longo.

Stesso modulo anche per mister Papagni che si affida in attacco al duo Pedrini-Cecconi, arretrando Sartore nella linea a cinque di centrocampo; in difesa spazio a Priola al posto di De Marino.

La partita:

Avvio di partita dai ritmi bassi e senza particolari emozioni nei primi 10’.

La prima occasione è dei padroni di casa al 12’: traversone di Da Dalt e inzuccata di Ventola, Russo blocca senza troppi problemi.

Otto minuti più tardi occasionissima Turris: torre di Ventola per Giannone che calcia al volo all’interno dell’area, tentativo oltre la traversa.

Al 22’ sono ancora i padroni di casa ad affacciarsi nella metà campo del Bisceglie con Franco, la cui conclusione da oltre venti metri viene neutralizzata da Russo.

Al 27’ arriva la prima vera occasione da goal anche per gli ospiti: gran palla di Cittadino, velo di Sartore e sinistro in corsa di Giron, Abagnale si rifugia in calcio d’angolo.

Dagli sviluppi del corner arriva il vantaggio della formazione neroazzurro stellata con Altobello (28’), lesto nello staccare più in alto di tutti, sull’angolo calciato da Cittadino, trovando l’angolino alla sinistra di Abagnale.
Ospiti in vantaggio alla mezz’ora di gioco.

Al 32’ sono ancora i pugliesi a farsi vedere dalle parti di Russo con Vona, conclusione abbondantemente sul fondo.
Nel finale di primo tempo non accade più nulla, con gli ospiti che gestiscono senza problemi il vantaggio.

Da segnalare le ammonizioni a Lorenzini e Tazza per gli ospiti, Franco per i padroni di casa.
Si va, dunque, a riposo sul risultato di 0-1 al termine di un primo tempo tutto sommato equilibrato, che premia il maggior cinismo della formazione pugliese.

L’avvio della ripresa vede una Turris molto più propositiva, alla ricerca del goal del pari.

Al 52’ primo cambio in casa neroazzurra con De Marino che rileva Tazza.

Al 54’ occasione per i “Corallini”: destro in corsa di Longo, lesto nell’agganciare un pallone ,su lancio lunghissimo dalla propria metà campo difensiva, Russo è attento e blocca.

Quattro minuti più tardi sono gli ospiti a rendersi pericolosi con Sartore che calcia da posizione molto defilata, palla alta sopra la traversa.

A cavallo tra il 62’ e il 65’ padroni di casa vicinissimi al goal del pari in tre occasioni con Romano, Loreto e Giannone rispettivamente, bravo Russo a non farsi trovare impreparato.

Girandola di cambi tra il 67’ ed il 73’: Maimone per Altobello, Rocco per Cecconi, Bassano per Pedrini e Musso per Sartore in casa neroazzurra; Pitzalis per Loreto per i padroni di casa.

Nel momento di maggior pressione della Turris, alla ricerca del goal del pari, arriva il raddoppio degli ospiti: tocco con la mano di Di Nunzio e penalty concesso dal direttore di gara che Cittadino trasforma. Doppio vantaggio ospite al 78’.

Un minuto più tardi doppio cambio per i “Corallini”: Esempio per Carannante e Persano per Di Nunzio.

Forcing dei padroni di casa nel finale che, dapprima, accorciano le distanze con Giannone (84’, sinistro da fuori area) e poi trovano la rete del pari con Persano (91’, tap-in vincente dopo la respinta del portiere ospite).

Finisce qui: Turris Bisceglie 2-2.

A cura della redazione sportiva
– Nicola Frisullo-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *