1 min read

Tolstoj

Per ribadire oggi 1° maggio l’importanza del lavoro che con la scusa della pandemia diventa più difficile e raro da trovare e mantenere, sarebbe d’uopo ricordare quanto scritto ne “I Cosacchi” da Lev Nikolàevic Tolstòj.

“Possiamo vivere nel mondo una vita meravigliosa se sappiamo lavorare e amare, lavorare per coloro che amiamo e amare ciò per cui lavoriamo”

Giuseppe Femiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *