3 mins read

Al Molfetta non basta un super Strambelli, il Picerno beffa i biancorossi in rimonta (2-1)

Picerno-Molfetta 2-1

La Domenica delle Palme ospita Al “Donato Curcio” i padroni di casa del Picerno contro il Molfetta.

Ospiti chiamati alla reazione, dopo la sconfitta di Mercoledì , subita in casa del Taranto primo in classifica.

Lucani, invece, reduci da una sola vittoria tra le mure amiche in questo 2021.

Le formazioni :

Mister Bartoli conferma 8/11 dello schieramento sceso in campo allo Iacovone, effettuando un cambio per reparto; al centro della difesa Forte rileva Pinto, in cabina di regia lo squalificato Rafetraniaina è rimpiazzato da Caprioli. In avanti Lacarra completa il tandem con Strambelli,al posto dell’acciaccato Acosta.

Palo risponde con il consueto 3-4-1-2,proponendo sull’out di destra il classe 2002 Stasi. Sulla trequarti agisce il capitano Esposito,chiamato a supportare il duo offensivo formato da Guerra e Albadoro.

La partita :

Inizio di gara molto combattuto,con entrambe le squadre poco incisive dalle parti dei portieri.

Al 19’ arriva il primo squillo dell’incontro di marca rossoblù : Albadoro non riesce a impattare un cross, dalla sinistra, di Guerra.

Due minuti più tardi, padroni di casa ancora pericolosi con Girasole, il quale, completamente smarcato, spedisce a lato un colpo di testa ravvicinato.

La reazione dei biancorossi non tarda,infatti al 24’ è Fucci con un bel diagonale, da fuori area, a sfiorare il palo.

A fine primo tempo sono ancora i lucani ad andare vicini al gol del vantaggio : Origlia, a tu per tu con Rollo, spedisce clamorosamente fuori, dopo esser stato servito da un assist di tacco geniale di Albadoro.

Le squadre vanno a riposo sul risultato di 0-0, con i locali molto pericolosi in più di una circostanza.

Pronti, via e ad inizio ripresa il Molfetta si porta subito in vantaggio; siluro di Strambelli dal limite dell’area che non lascia scampo a Giuliani.
Decimo gol in campionato per l’attaccante barese che raggiunge la doppiacifra nella classifica marcatori.

Il Picerno non ci sta e trova il pari al 54’ con D’Angelo,autore di una conclusione potente dalla distanza.

Sulle ali dell’entusiasmo, appena centoventi secondi dopo ,i lucani trovano, addirittura, il raddoppio con la rete di Esposito che manda in visibilio l’intera panchina rossoblù.

I padroni di casa, nonostante il vantaggio ottenuto, spingono alla ricerca del gol della sicurezza : al 70’ destro da fuori di Pittaresi che costringe Rollo alla deviazione in corner.

In pieno recupero, però, sono gli ospiti ad andare a pochi centimetri dal 2-2 : punizione dal limite di Strambelli, sempre lui, che scheggia il palo esterno a Giuliani battuto.

Sul conseguente rinvio dal fondo, l’arbitro fischia il termine della gara, decretando i tre punti ai ragazzi di mister Palo.

I locali tornano al successo che mancava dal 6 Marzo contro l’Andria, superando, ancora una volta, una squadra pugliese.
Con questa vittoria aggancio al Lavello a quota 37 punti al terzo posto, con un match da recuperare.

Per i biancorossi si conferma il trend negativo lontano dal ‘’Paolo Poli’’ : settima sconfitta in trasferta e zona play-off che si allontana.

Servizio a cura della redazione sportiva di Mediasud.Tv

Roberto Sallustro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *