BARI – Al Bravò tributo ai Pooh dalla cover band “PoohStop”
2 mins read

BARI – Al Bravò tributo ai Pooh dalla cover band “PoohStop”

di Maria Caravella

Pensiero, Parsifal, Dammi solo un minuto…, Piccola Ketty, Tanta voglia di lei, La prima volta, Noi due nel corpo e nell’anima, La ragazza con gli occhi di sole, Uomini soli, Dimmi di si, Cosa dici di me, Io sono vivo, La donna di un amico, Chi fermerà la musica ….. Solo alcuni dei titoli che hanno reso straordinaria una serata dedicata ai Pooh. Un evento simpatico e partecipato, quasi una festa tra amici, dove tutti hanno potuto intonare insieme ai musicisti sul palco i grandi successi di un gruppo che ha segnato un’epoca.
I Pooh sempre amati ed apprezzati dal grande pubblico hanno ispirato numerose band che hanno realizzato la loro fortuna sul palcoscenico, imitando questi mostri sacri che hanno fatto la storia del rock in Italia.
Al Bravò è stato portato in scena un concerto che ha avuto come oggetto proprio un tributo ai Pooh, inserito nella rassegna Musica e Cinema. Esibizione musicale del progetto PoohStop, tribute band del popolare gruppo musicale in attività dagli 60, all’interno della rassegna Musica e Cinema, promossa da Angelica Gregucci titolare del teatro Bravò e Donato Sasso, direttore dell’Associazione culturale Echo Events. PoohStop con straordinaria simpatia ed intraprendenza, ha reso la serata un vero e proprio concerto interattivo, in cui è venuta fuori tutta la storia del gruppo Italiano famoso in tutto il mondo, a cominciare dal loro passaggio dall’hard rock al Rock sinfonico.
Questa formazione è stata creata nel 2015 dal suo attuale chitarrista, Gianni Tamborra, che ha coinvolto cinque musicisti appassionati dei Pooh. Per Tamborra infatti è sempre stato un sogno avere una band che suonasse il repertorio dei Pooh ma per lui non è stato semplice trovare dei musicisti, appassionati e talentuosi adatti a suonare e cantare il repertorio deil famoso gruppo.
Attualmente la band è formata da Antonio Cutrignelli voce, Gianni Tamborra chitarra e voce, Mario De Feo basso e voce, Pino Castro tastiere e voce ed infine Riccardo D’Agostino batteria e voce. Il nome della band richiama Stop, quattordicesimo lavoro discografico dei Pooh pubblicato nel 1980 e considerato da Tamborra l’album della svolta.
Il repertorio proposto abbraccia la quasi totalità della discografia della celebre band composta da Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian e Riccardo Fogli.
I musicisti di PoohStop, titolari anche di una simpatica e curata pagina Facebook, ci tengono a precisare che durante le loro esibizioni, propongono circa quaranta brani, includendo a tutto tondo i 56 anni di attività dei Pooh, a partire dagli anni 60, fino ai giorni nostri. Cutrignelli specifica:”Proponiamo brani singoli e anche dei medley nei quali raggruppiamo canzoni in base al decennio, toccando le tappe salienti del loro percorso artistico. Facciamo questo senza l’utilizzo di sequenze, ma totalmente dal vivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *