3 mins read

Bisceglie, che beffa! Borrelli stende i neroazzurri.

Al “Ventura”, un buon Bisceglie esce sconfitto al cospetto delle “vespe” abili a sfruttare una gemma imprevista di Borrelli.

Bisceglie fermo a quota 20 punti, Juve Stabia che consolida la zona play-off a quota 36.

Le formazioni:

Confermato il 3-4-1-2 per i neroazzurro stellati di mister Papagni dopo l’ottima e vittoriosa prova con la Viterbese, con l’unica assenza di Vona rispetto alla sfida con la Viterbese e Mansour trequartista a supporto del duo offensivo Cecconi-Rocco; laterali di centrocampo Tazza e Giron.

Piccolo turn over per i campani che si presentano con il 3-4-3, differente dai classici canoni di mister Padalino, con Marotta centrale di riferimento, Fantacci nell’inedito ruolo di esterno e Borrelli a sostegno dall’altro versante.

La partita:

Primo quarto d’ora di studio tra le due compagini con poche emozioni. La prima vera occasione arriva al 21′: bordata potentissima di Cecconi che sfiora il goal colpendo la traversa a Russo, ampiamente battuto.
Tre minuti più tardi, altra occasione per i padroni di casa: azione corale con Rocco dalla destra che serve, all’indietro, l’accorrente Mansour e rasoterra di prima intenzione con palla a lato e Russo che resta a guardare.

Al 28′, ancora un’occasione per i locali: ultimo passaggio di Mansour per Rocco che brucia Elizalde e si inserisce in area anticipato, però, da Russo in uscita pronta. Al 37′, clamorosa occasione per la Juve Stabia: punizione tesa che viene spizzata di testa da fondo campo, Troest la rimette in mezzo, con Spurio a terra ma, Marotta, si divora il più facile dei gol colpendo il palo a porta completamente sguarnita.

Tre minuti più tardi, altra occasione per gli ospiti con Fantacci, la cui conclusione sorvola l’incrocio.

Non succede più nulla, con la prima frazione di gioco che si conclude a reti inviolate.

Da segnalare, a margine, le ammonizioni comminate a Cecconi (18′), Elizalde Edgard (27′) e Cittadino (31′), tutte per gioco scorretto.

Il secondo tempo si apre con un cambio nelle fila di casa: entra Bassano, esce De Marino

Al 64′, goal dei campani alla prima vera occasione della ripresa: prodezza personale di Gennaro Borrelli che raccoglie il rilancio della retroguardia, stoppando e controllando il pallone con una deliziosa girata che si infila nell’angolino più lontano per Spurio, incolpevole.

Tra il 67′ e il 69’girandola di cambi: nelle fila di casa, entrano Musso e Sartore per Cecconi e Mansour; per gli ospiti entra Scaccabarozzi al posto di Caldore.

Al 71′, Rocco tenta la conclusione personale da fuori area; pallone alto sopra la traversa. La replica degli ospiti arriva tre minuti più tardi con Vallocchia che, da centrocampo, si invola verso la porta ben fermato in piena area di rigore.
Al 76′, bella giocata personale di Rocco su prezioso assist di Musso; il numero undici si allarga e tenta il tiro in diagonale, fermato a terra da Russo.

Un minuto più tardi, altra girandola di cambi: per il Bisceglie entra Makota per Rocco mentre per gli ospiti entrano Cernigoi e Guarracino per Borrelli e Fantacci.

All’82’, occasionissima per i neroazzurri: grande sgroppata di Sartore che penetra in area e tenta un tiro-cross, ma Musso è in ritardo e non recepisce; palla fuori.

Non accade più nulla, i gialloblù espugnano il “Ventura” centrando la terza vittoria esterna consecutiva.
Per i ragazzi di mister Papagni una delusione il non aver raccolto un risultato positivo dopo una prova guardinga contro una squadra che ha dimostrato di vivere un momento più che positivo a livello fisico e mentale.

A cura della redazione sportiva di Mediasud.Tv

Nicola Frisullo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *