1 min read

Cacciate il soldato Biden, è un pazzo da legare

Quasi tutti gli analisti sono d’accordo: lasciare l’Afghanistan era decisione ineluttabile. Il 70% degli americani lo chiedeva da tempo a gran voce. per tutto l’Occidente era insensato continuare a rischiare vite umane e bruciare milioni di dollari vanamente.

L’ imperdonabile errore di Biden è stato il modo scelto per abbandonare quei territori. Sentite l’eredità lasciata ai talebani: un esercito armato dalla testa ai piedi, oggi quasi totalmente asservito all’emirato, migliaia di automezzi, leggeri blindati e pesanti, 40 aerei, decine di droni e di Apache, i temibili elicotteri da combattimento americani.

Una santabarbara dalle dimensioni incalcolabili: i militari, per imbarazzo, non ci svelano quante migliaia di tonnellate di armi hanno dimenticato nei depositi afghani:4500 missili aria terra che non consentiranno di sorvolare gli spazi aerei dell’Afghanistan.

Ma questo purtroppo non è tutto. Il veleno nella coda è costituito dai database lasciati dalla Nato. Milioni di profili di esseri umani che negli scorsi vent’anni hanno dato una mano alle forze occidentali: confidenti, professionisti, imprenditori, commercianti, impiegati, artigiani, persino collaboratrici e collaboratori domestici. Tutti Kbyte nelle memorie dei pc abbandonati a Kabul.

Cosa sarà di loro? Ieri sera il presidente Joe Biden è andato molto oltre ipocrisia e cinismo sconfinando nell’insensibilità e nel totale disprezzo delle vite umane. Ha detto al popolo americano: “Non temete i talebani stanno rispettando i patti…”. A cosa si riferiva? Probabilmente al sicuro rientro negli Stati Uniti di 11.000 connazionali.

E gli altri? Quegli afghani nei database? O sono tutti all’ultimo miglio oppure stanno per essere ospitati nella vecchia Europa. Tutti graditi? Sì se qualcuno avesse già inventato il vaccino anti terrorismo.

L’opus

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *