2 mins read

Focus Serie D – L’Andria cade a Picerno.

Picerno-Fidelis Andria 2-0

Tra le file degli ospiti,ancora out Anatrella e Venturini.Lacassia al rientro,si accomoda in panchina,mentre in avanti si rivede dal primo minuto Cristaldi.

Al 6’ cambia subito il punteggio: Guerra sfrutta un’indecisione della difesa pugliese e serve al centro un liberissimo Albadoro; l’ex Bari e Avellino da pochi passi non sbaglia,portando in vantaggio i rossoblù.

La replica dei biancoazzurri è piuttosto sterile, con alcune conclusioni di Manzo da fuori,intercettate senza troppi grattacapi dai Lucani.

Alla mezz’ora avviene di tutto : contatto sospetto in area tra D’Angelo e Manzo,che da vita ad un lunghissimo parapiglia.

Nella confusione del momento,Dettori colpisce Scaringella a palla lontana. L’assistente si accorge della scorrettezza del numero quattordici lucano e richiama l’attenzione dell’arbitro,il quale lo espelle.

La Fidelis,forte della superiorità numerica,al 40’ sfiora il pari: Cerone salta un paio di uomini sull’out di sinistra e crossa al centro una palla insidiosa,che prima sibila il palo e poi viene smanacciata da Giuliani.

L’inizio della seconda frazione è di stampo rossoblù : Guerra tutto solo in contropiede incrocia col sinistro,ma la palla termina distante mezzo metro dal palo di Petrarca.

Al 54’,Fidelis vicinissima alla rete dell’uno a uno con Monaco,bravo a smarcarsi su un calcio d’angolo di Pinto e imprimere potenza,ma Giuliani abbassa la saracinesca e blocca il pallone.

A venti minuti dalla fine,il Picerno in 10 uomini trova il gol del raddoppio,ancora con Albadoro:
Guerra scodella al centro un pallone invitante per l’attaccante napoletano,che tutto solo di testa,realizza la sua doppietta di giornata e mette al sicuro i suoi.

I Pugliesi,colpiti dal due a zero,non danno segni di reazioni,apparte un’azione volante di Cerone a cinque minuti dal termine,che finisce di poco alta sulla traversa.

Durante il recupero,con la Fidelis rigettata totalmente in avanti,i Lucani in contropiede hanno l’occasione per siglare il tre a zero,ma Iadaresta a tu per tu con Petrarca spara sopra la traversa.

La Basilicata si conferma fatale per i ragazzi di mister Panarelli: sono zero i punti raccolti nelle due trasferte tra Lavello e Picerno.

I rossoblù tornano al successo che mancava dal 3 febbraio,sul campo della Real Aversa,rimettendosi in carreggiata per la vittoria del campionato.

Roberto Sallustro

Redazione Mediasud

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *