2 mins read

La Fidelis di misura sul Fasano, decide un rigore di Cerone. (1-0)

Fidelis Andria-Fasano 1-0

Dopo il pari di Domenica a Casarano, la Fidelis trova tre punti preziosi in chiave play-off. Ottava vittoria interna stagionale e terzo cleen-sheet consecutivo per i ragazzi di Panarelli, giunti a quota 43 punti.

Termina, invece, a sette la striscia di risultati utili consecutivi del Fasano, k.o due mesi dopo l’ultima sconfitta.
Terza sconfitta di fila al Degli Ulivi che si conferma, ancora una volta, un campo ostico.

Le formazioni :

Mister Panarelli cambia poco rispetto alla gara di Domenica in Salento : il neo acquisto Acosta rileva Pelliccia mentre al posto dell’infortunato Figliolia, c’è Mariano. Conferma per il classe 2002 Dipinto in mezzo al campo ed il capitano Manzo in cabina di regia.

Costantini ripropone lo stesso undici sceso in campo nella vittoria interna contro il Portici.

Sulla trequarti spazio a Melillo e Bernardini con Gentile prima punta; sull’esterno il francese Dorval vince il ballottaggio con Camara e parte ancora dal primo minuto.

La partita :

Partono meglio i padroni di casa,subito pericolosi all’8’ : cross di Benvenga e colpo di testa di Acosta di poco alto.

Risposta degli ospiti al 13’ con Gentile,imbucato da Melillo,la cui girata volante termina a pochi centimetri dal palo.

Al 20’,Fidelis vicina al vantaggio : Cerone serve Manzo che carica il destro e tenta la fortuna dai trenta metri ma, la sfera, sorvola la trasversa e si infrange sul fondo.

A ridosso del recupero, i ragazzi di Costantini sfiorano la rete dello 0-1 : azione confusa nell’area di rigore dei padroni di casa, messa in salvo da Venturini che mura una conclusione, a botta sicura, di Bernardini.

Nella ripresa partono meglio gli ospiti con una duplice occasione nel giro di trenta secondi: prima Lopez colpisce il palo su azione di contropiede, poi, lo stesso attaccante barese, sciupa su calcio d’angolo da posizione favorevole.

All 65’, si fanno rivedere i “leoni”: Benvenga, colpisce il secondo legno di giornata, con una conclusione ad effetto dal limite dell’area.

Ad un quarta d’ora dal termine,arriva l’episodio che decide la gara : fallo di Amoruso su Bolognese che induce l’arbitro, il Sig. Guerra, a fischiare la massima punizione per la Fidelis.

Dagli undici metri,si presenta Cerone che porta in vantaggio i suoi con una conclusione centrale.

Decimo gol in campionato per l’attaccante classe 85’.

Nel finale, si vanificano le speranze degli ospiti con l’Andria che gestisce il pallone senza, quasi mai, correre pericoli.

Dopo cinque minuti di recupero, l’arbitro decreta la fine del match con i tre punti che vanno ai ragazzi di Panarelli.

Servizio a cura della redazione sportiva di Mediasud.Tv

– Roberto Sallustro-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *